Home Acqua Rete idrica: stop e interventi a Tivoli e Ciciliano Castel Madama, nuova...

Rete idrica: stop e interventi a Tivoli e Ciciliano Castel Madama, nuova diffida contro Acea Ato 2

26
0

Il sindaco Pascucci: “Dopo i problemi di luglio la situazione non è migliorata”

Continuano i problemi della rete idrica nella Valle dell’Aniene. Giovedì 27 agosto, “per eseguire un intervento di manutenzione sulla rete idrica del comune di Tivoli e Ciciliano”, è stato sospeso il flusso idrico alle utenze che di diverse strade. A Castel Madama i disagi vanno avanti dal luglio scorso. E l’8 agosto il sindaco castellano, Domenico Pascucci, ha diffidato formalmente l’Acea Ato 2 “a risolvere il problema che provoca grave pericolo per l’igiene e la sanità pubblica.  Nonostante il caldo e la crisi epidemiologica dovuta al virus Covid-19 i cittadini di Castel Madama residenti in Via della Libertà, Viale Colle Fiorito, Via della Pineta, Largo Vittorio Veneto, Valle Caprara e Via dei Colli subiscono una grave riduzione del flusso idrico restando senza acqua in casa.  Dopo i numerosi solleciti telefonici del sindaco ai vertici della società, lo scorso 4 agosto, il primo cittadino di Castel Madama ha nuovamente diffidato formalmente l’Acea Ato2. Era già stata inviata una diffida l’8 luglio, ma la situazione nonostante i lavori in via della Libertà, l’installazione di idro-valvole e l’individuazione delle utenze con alti consumi non è migliorata nelle abitazioni allacciate al serbatoio dei Collicelli. Una situazione grave e ingiustificabile- si legge nella nota inoltrata al presidente e alla direzione operativa dell’Acea Ato2- che persiste da più di un mese”.

Anche la minoranza consiliare, attraverso una mozione protocollata il 5 agosto, ha richiesto un incontro con i vertici aziendali di Acea Ato 2 per discutere e risolvere definitivamente i problemi dell’interruzione del servizio idrico e richiedere la decurtazione in bolletta per le utenze che hanno subito disagi nel mese di luglio. Tanto che il sindaco Domenico Pascucci ha firmato e inoltrato il 6 agosto un’ulteriore richiesta ai vertici Acea Ato2 di organizzate un’assemblea con la cittadinanza.

“L’unico rapporto tra Acea Ato2 e i suoi utenti si limita al numero verde, che dopo la prima segnalazione di disservizio attiva il disco con un messaggio registrato privando il cittadino di ogni informazione o spiegazione. L’amministrazione comunale, inoltre, sta valutando anche la possibilità di rivolgersi alle autorità giudiziarie, nel caso la situazione non dovesse migliorare”. Anche perché, come comunicato da Acea Ato 2, “i magazzini di Subiaco e Tivoli, adibiti al ritiro dello sportello del contatore dell’acqua” sono stati chiusi: “Tivoli da lunedì 24 a venerdì 28 agosto e Subiaco martedì 18 agosto, e da lunedì 7 a venerdì 18 settembre”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here