Home Valle dell'Aniene Il nuovo campione italiano Francesco Caroletta scala anche i “Settecolli”: 19esimo al...

Il nuovo campione italiano Francesco Caroletta scala anche i “Settecolli”: 19esimo al trofeo internazionale

4
0

Dopo il titolo nazionale nei 200 Rana Juniores, l’atleta sublacense 1° della classe 2003

Ha scalato i prestigiosi “Settecolli” dall’alto del nuovo podio di campione italiano nei 200 rana juniores il nuotatore sublacense Francesco Caroletta. E l’atleta, a soli 17 anni, si è piazzato al 19esimo posto dell’ambito trofeo internazionale di Roma, che ogni anno riunisce il fior fiore dei nuotatori. Nella piscina scoperta di 50 metri del complesso natatorio del Foro Italico l’atleta sublacense è arrivato primo tra quelli della sua classe (2003) il 13 agosto scorso. Riuscendo ad allungare la sfilza di successi inanellati dal luglio scorso. Quando Caroletta ha preso parte al Campionato Italiano di Categoria su base regionale. Dove l’atleta sublacense si è laureato, oltre che campione regionale nei 100 e nei 200 rana nella categoria juniores, anche campione italiano nei 200 rana categoria juniores, conquistando la medaglia di bronzo nazionale nei 100 rana e il quarto posto nazionale nei 50 rana. Già dall’inizio dell’anno Caroletta, approdato in prestito alla società Aurelia Nuoto, una delle più prestigiose società nel settore a livello nazionale, aveva vinto il titolo regionale nei 200 rana con un tempo in grado di portarlo al vertice della graduatoria nazionale Juniores 2003. Ed ora ha completato un triennio d’oro che, dal 2017, lo ha visto sempre laureare campione regionale, sia nei 100 che nei 200 rana, confermandolo come il ranista più forte a livello regionale nella categoria ragazzi. Coronando i sacrifici di un atleta che ha iniziato a nuotare all’età di 5 anni e già a otto anni ha cominciato a gareggiare nel circuito pre-agonistico della Propaganda FIN nella specialità rana con la società SSD Sublacensis e il direttore sportivo Daniele Civitella, distinguendosi fin da subito per le sue capacità che lo hanno portato ora in cima ai “Settecolli”…

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here