Home Valle dell'Aniene Pronto Soccorso: a Subiaco i lavori sono “sospesi” Mentre a Colleferro l’Asl...

Pronto Soccorso: a Subiaco i lavori sono “sospesi” Mentre a Colleferro l’Asl “procede rapidamente”

51
0

Cantiere da 300 mila € doveva terminare entro 120 giorni, ma è ancora al palo

Lavori in corsia bloccati al Pronto Soccorso di Subiaco mentre in quello di Colleferro, invece, sono regolarmente in corso (ripresi il 17 maggio: “Si procede rapidamente con i lavori – spiega il direttore generale della ASL Roma 5, Giorgio Giulio Santonocito – pur in questo periodo di emergenza. A Colleferro stiamo ampliando il Pronto Soccorso, che passa da 800 mq a 1300mq”).

La stessa azienda, però, a Subiaco comunica invece che “i lavori del Pronto Soccorso sono stati “temporaneamente” sospesi in quanto parte del Pronto Soccorso è attualmente adibito ai servizi di triage Covid” (come a Colleferro, ndr). “Si precisa inoltre che I lavori relativi all’elisuperficie sono terminati, ma ancora non è stato possibile ricevere e montare il serbatoio antincendio, in quanto le fabbriche produttrici di tale attrezzature sono ancora chiuse in base alle disposizioni governative proprio per l’emergenza Covid”.  Una giustificazione che non convince qualche amministratore: “Se i tempi fossero stati rispettati – dice il vice sindaco di Arcinazzo Romano, Elvio De Santis –  l’ospedale avrebbe avuto già il nuovo pronto soccorso e l’elisuperificie”. “Grande celerità per la Rems- attacca il sindaco di Affile Ercole Viri –  ma lentezza esasperante per i lavori al pronto soccorso e all’ elisuperficie.  Invece di spostare il secondo modulo della Rems in altra sede e riconsegnare i 20 posti all’ ospedale, la Asl riassegna subito i lavori ma lascia nel dimenticatoio quelli dell’ospedale per acuti. Lavoro appaltato a giugno dello scorso anno e doveva essere già terminato”.  Ad agosto del 2019 la direzione della Asl Rm 5 organizzò l’open day cantiere ed illustrò a cittadini, associazioni e amministratori i lavori che sarebbero stati effettuati. Si tratta dell’ampliamento del pronto soccorso con la realizzazione della sala rossa per le emergenze e la costruzione dell’elisuperficie, che secondo un decreto regionale doveva essere operativa già alla fine del 2015. Per il pronto soccorso i lavori hanno una spesa di oltre 300 mila euro e dovevano terminare entro 120 giorni dalla stipula del contratto, mentre per l’elisuperficie il costo è di 165 mila euro.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here