Home Valle dell'Aniene E’ “made in Olevano Romano” il videogioco che ha stregato il Giappone:...

E’ “made in Olevano Romano” il videogioco che ha stregato il Giappone: “Daymare 1998”

64
0

Realizzato da Michele Giannone, Alessandro De Bianch e Tiziano Bucci

Il 28 aprile scorso è stato messo finalmente in vendita anche in Italia il videogame che sta stregando il Giappone. E’ “made in Olevano Romano”, creato da Michele Giannone, Alessandro De Bianch e Tiziano Bucci. Il loro videogioco è un horror e si chiama “Daymare 1998”, sul quale la Banca di Credito Cooperativo di Bellegra ha investito intorno ai 100 mila euro. Il mese scorso sono arrivati a Olevano i giornalisti delle principali testate giapponesi di videogame per assistere alla conferenza stampa di presentazione del progetto realizzato dai 3 ragazzi della “Invader Studios”. Questo il nome della società fondata dal trio ben 5 anni fa. E, dalla pubblicazione del trailer del remake amatoriale di Resident Evil 2 è stato un crescendo di risultati. Perché quel video ha raggiunto rapidamente il milione di visualizzazioni e tutta la community mondiale dei gamer ha iniziato a parlare di loro. Ed è così che è arrivata la chiamata di Capcom per il trio olevanese. La multinazionale giapponese nata nel 1979, famosa per giochi storici come Ghosts ‘n’ Goblins, Street Fighter e appunto la serie Resident Evil, si era infatti accorta del lavoro di Michele, Alessandro e Tiziano, che sono stati invitati a Osaka per lavorare assieme alla Capcom. Dove, appunto, i tre trentenni di Olevano hanno realizzato “Daymare 1998”. E ora hanno in progetto di creare intorno al loro studio di Olevano Romano una sorta di polo d’eccellenza che riesca ad attirare altri artisti. Loro, nell’attesa, sono già al lavoro per dare un seguito a “Daymare 1998”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here