Home Sanità Santonocito è imputato a Catania per abuso d’ufficio: “La nomina era legittima”

Santonocito è imputato a Catania per abuso d’ufficio: “La nomina era legittima”

11
0

Prima grana ancor prima dell’insediamento ufficiale per il nuovo capo dell’azienda sanitaria tiburtina. “Il nuovo direttore della Asl Roma 5 di Tivoli è imputato a Catania per abuso d’ufficio. Giorgio Giulio Santonocito, appena dimessosi da commissario straordinario dell’Asp di Agrigento, è stato nominato il 22 ottobre dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti- scrive “Il Fatto Quotidiano”- il 1 novembre scorso, Santonocito è stato però rinviato a giudizio nel procedimento che lo vedeva indagato con l’accusa di aver conferito, in qualità di direttore generale dell’azienda ospedaliera “G. Garibaldi” di Catania, un incarico da 40mila euro come medico esterno a Valentina Scialfa. La nomina risale al 2015 e in quel momento Scialfa era assessore alla Scuola dall’allora sindaco del comune etneo, Enzo Bianco, del Pd. Il direttore generale ha optato per il giudizio abbreviato e sarà giudicato il primo aprile del 2020. Il decreto di nomina è slittato in maniera inusuale per oltre 6 settimane proprio per permettere all’avvocatura regionale di approfondire il profilo penale del dottor Santonocito. In questo lasso di tempo, spiegano dalla Regione Lazio, il dirigente sanitario ha ottenuto dalla Corte dei Conti l’assoluzione in un altro procedimento”. Però- ha ribattuto il neo-dg- “Ho scelto l’abbreviato proprio perché sono sereno e convinto che quella nomina fosse assolutamente legittima”, ha assicurato Santonocito al quotidiano.