Home Valle dell'Aniene Procura Tivoli, più spese per le intercettazioni: “Non più rinviabile l’incremento di...

Procura Tivoli, più spese per le intercettazioni: “Non più rinviabile l’incremento di magistrati”

2
0

Nel nuovo “Bilancio sociale” della Procura della Repubblica di Tivoli pesa “l’incremento medio delle spese, per intercettazioni (circa € 125.000) e per ausiliari a magistrato (circa € 350.000)”. Un rincaro derivato “dal maggior impegno della Procura nell’accertamento di penali responsabilità per reati per i quali le indagini tradizionali non sono agevoli. Si tratta, in particolare, di reati contro la pubblica amministrazione, fallimentari e tributari che hanno richiesto complesse attività tecniche e consulenze tecniche. Sotto lo stretto profilo finanziaria si sottolinea che sono stati eseguiti sequestri per alcuni milioni di euro che compensano ampiamente l’impegno finanziario. Le spese sostenute, peraltro, all’esito della condanna potranno essere recuperate concretamente anche attraverso l’utilizzo dello strumento conservativo richiesto dalla Procura in presenza dei relativi presupposti”, spiega la Procura tiburtina. La quale torna “a sollecitare un non rinviabile incremento dell’’organico dei magistrati e del personale amministrativo, unica soluzione per riequilibrare i carichi di lavoro della Procura di Tivoli con le altre Procure, anche del distretto”. Oltre che “a sollecitare la presenza nel circondario di un maggior numero di appartenenti alla polizia giudiziaria, in considerazione dell’ampiezza del circondario e di una diffusa criminalità”. Perché, spiega la Procura di Tivoli, “vi è una costante attenzione sul territorio per la presenza di alcuni soggetti indagati per fatti di mafia od appartenenti ad organizzazione di considerevole capacità criminale (famiglie camorristiche e ‘ndranghetiste o di provenienza siciliana), dimoranti o residenti nel territorio del circondario anche a seguito di misure di prevenzione. Gran parte di tali attività hanno caratteristiche di invisibilità: l’indagine in tali casi non proviene da un reato già individuato ma trae origine dalla investigazione relativa ad elementi sintomatici dell’attività e della presenza di gruppi ed elementi criminali. Va pertanto costituito un gruppo che si occupi dei reati di criminalità organizzata di maggior rilievo che siano sintomatici di elevata capacità criminale e di infiltrazioni nel territorio anche di tipo economico. Al gruppo va attribuita la competenza sul reato di associazione per delinquere finalizzata ai delitti commessi con minaccia o violenza. Va evidenziato inoltre che nel territorio del comune di Guidonia Montecelio si sviluppa il mercato di prodotti ittici ed ortofrutticoli denominato “Centro Agroalimentare di Roma” che è costituito da un ambiente commerciale con notevole afflusso di autoveicoli e persone e si trova all’interno della più grande infrastruttura logistica italiana costituita da una superficie di ben145.700 mq. Proprio in considerazione di tale vastità dell’area e la peculiarità di trovarsi a ridosso di un’altrettanta vasta zona campestre, potrebbe far emergere situazioni di sfruttamento del “lavoro nero” anche minorile, “sfruttamento delle condizioni di illegalità degli stranieri”, “traffico di sostanze stupefacenti”, “estorsione” ed usura”.