Home Roma Immobiliare, i romani alla fiera dell’Est: “E’ il quadrante che richiama...

Immobiliare, i romani alla fiera dell’Est: “E’ il quadrante che richiama più mercato”

1
0

A Roma chi cerca casa da acquistare viene alla “fiera dell’Est”. Lo conferma il Rapporto annuale dell’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate: “La macroarea Fuori GRA EST è quella che richiama il maggior interesse del mercato”. Mentre, secondo i dati dell’Ufficio Studi di idealista, i prezzi degli affitti a Roma non hanno subito variazioni nel secondo trimestre, restando saldi a una media di 13,2 euro/m2 mensili. Ma “gli incrementi più significativi spettano a Casalotti-Selva Nera-Valle Santa (5,9%), Roma est-Autostrade (3,9%), e Lido di Ostia (3,4%)”. Mentre sono “al ribasso i prezzi del secondo trimestre, davanti a Axa-Madonnetta (-9,3%), Lunghezza-Villaggio Prenestino (-7,1%), Casal Bertone (-6,4%), Casal Boccone (-6%) e Torresina-Casal del Marmo (-5,8%)”. Invece, “Nella classifica delle aree che sono cresciute di più si segnalano i forti rimbalzi di Colli Aniene (14,6%)”. Infine “I canoni più accessibili della città si trovano a Castelverde (8,7 euro/m2) e Tor Bella Monaca-Valle Fiorita (8,3 euro/m2)”.

IL RAPPORTO 2018 – Il mercato immobiliare residenziale della città di Roma conferma il trend positivo rilevato nell’inquadramento provinciale con 32.088, la variazione percentuale di aumento di compravendite nel 2018 rispetto al 2017, è pari a 3%. Nella maggior parte delle macroaree di Roma (13 su 23) si registra un aumento delle vendite, si distinguono per una flessione considerevole le macroaree EUR – Laurentina (-16,5%) e Appia-Tuscolana (-13,4%). Il maggior numero di compravendite immobiliari (tabella 11) prodotte nel 2018 si registra nelle aree Salaria (2.829 NTN), Casilina – Prenestina (2.813 NTN) e Fuori GRA EST (2.712 NTN). La macroarea Salaria rappresenta in questo semestre l’8,8% delle transazioni movimentate nel mercato romano, mentre la minor fetta di mercato appartiene alla macroarea Fuori GRA Sud, che realizza solo lo 0,9% di NTN comunale. La quotazione più elevata si registra nella macroarea Centro Storico (5.817 €/m2) che indica un differenziale pari a 1,98 volte la media comunale. Seguono le macroaree Semicentrale Parioli – Flaminio (5.197 €/m2), Semicentrale Salaria –Trieste – Nomentana (4.139 €/m2) e Semicentrale Prati – Trionfale (4.067 €/m2) che rappresentano le aree più prestigiose della città. In ambito comunale le macroaree con le quotazioni medie più basse si collocano nelle zone fuori il GRA, particolarmente nelle aree: Est con 1.898€/m2, Sud con 2.005 €/m2 e Nord-Ovest con 2.045 €/m2. Tra queste, la macroarea Fuori GRA EST è però quella, come evidenziato in precedenza, che richiama il maggior interesse del mercato.