Home Valle dell'Aniene Tivoli: la carica dei 556 per Palazzo San Bernardino: Proietti, Tropiano, Mantovani,...

Tivoli: la carica dei 556 per Palazzo San Bernardino: Proietti, Tropiano, Mantovani, Saltarelli o Canitano?

86
0

Essendo la città più grande fra i 32 Comuni della provincia romana chiamati al voto, Tivoli ha mobilitato anche grandi numeri per le urne: 26 liste e 556 candidati, col rapporto di un aspirante consigliere ogni 23 in lizza e a fronte di 72 elettori (52.910 i residenti). Cinque, invece, in corsa per lo scatto sulla fascia tricolore: il sindaco uscente Giuseppe Proietti (sostenuto da 12 liste civiche, compresa quella moderata legata alla consigliera regionale di Forza Italia Laura Cartaginese), il leghista Vincenzo Tropiano (sostenuto anche da Fiamma Tricolore più 4 civiche), Giovanni Mantovani per il centrosinistra (Pd, Italia in Comune, A Sinistra e 3 civiche: in una c’è anche il sindaco uscente di Vallepietra Pierluigi Pietrangeli, non ricandidato dopo il primo mandato nel borgo simbruino, vicino al senatore e segretario regionale del Pd, Bruno Astorre), Rosa Saltarelli per il Movimento 5 Stelle ed Elisabetta Canitano per Potere al Popolo. Per chiedere il bis il 73enne Proietti, ex direttore generale del Ministero dei Beni culturali, punta sul suo curriculum: “Abbiamo lavorato per valorizzare e rendere nuovamente fruibili simboli come il Santuario dell’Ercole Vincitore, la Rocca Pia, il Mausoleo dei Plautii, l’area archeologica della Vestale Cossinia e il Museo Civico all’interno del complesso Mauro Macera. L’obiettivo è quello di mettere in sinergia le iniziative”. Per il 53enne Mantovani, ex presidente delle Acque Albule, “oggi la nostra è una città in cui le piccole e medie imprese fanno una grande fatica a restare in vita, in cui si investe poco e in cui i redditi sono bassi. È ora di impegnarsi a investire risorse umane ed economiche per essere travolti dai finanziamenti regionali ed europei: strumenti essenziali per un Comune in difficoltà”. Il 51enne procuratore sportivo Tropiano chiama a raccolta tutto l’elettorato della sua coalizione “nonostante i simboli che vi hanno rappresentato per decenni non siano più presenti (assenti sia Forza Italia che Fratelli d’Italia, ndr) la grande famiglia della Lega rappresenta tutto il centrodestra”. La 51enne oncologa Saltarelli punta “sul marketing di prossimità perché a Tivoli, a fronte di quasi un milione di visitatori nelle tre Ville, gli arrivi e le presenze turistiche sono molto bassi ed il tasso di occupazione negli esercizi alberghieri ed extra-alberghieri è estremamente ridotto”. E per Potere al Popolo la ginecologa Elisabetta Canitano, in corsa lo scorso anno contro Zingaretti per la presidenza della Regione, è “l’unica vera candidata a sinistra, diffidate delle false imitazioni”.