Home Valle dell'Aniene Sublacense, dopo 4 anni e mezzo di ritardi un nuovo annuncio-beffa della...

Sublacense, dopo 4 anni e mezzo di ritardi un nuovo annuncio-beffa della Regione

55
0
dav

“Saranno avviati entro la fine del mese di ottobre gli interventi sulla SR 411 Sublacense: al km 25+500, nel comune di Arcinazzo Romano, per ripristinare le criticità dovute al cedimento della scarpata sottostante la sede stradale e, al km 19, nel comune di Subiaco, per risolvere il problema legato ai dislivelli della piattaforma stradale. Gli interventi, molto attesi per via dei disagi provocati dal restringimento della carreggiata e dalla riduzione dei limiti di velocità, saranno ultimati entro la fine dell’anno in corso”, ha annunciato il Comune di Subiaco. Ma, due settimane dopo il termine di ottobre indicato il mese scorso, ancora è tutto fermo sia a Subiaco che ad Arcinazzo. “L’imminente avvio degli interventi sulla strada regionale Sublacense è una notizia positiva e attesa da tempo. Entro la fine del 2018 tutti i lavori saranno portati a termine, ripristinando così la normale viabilità a favore dei tanti utenti che quotidianamente utilizzano questa importante arteria stradale”, ha assicurato l’assessore regionale ai Lavori Pubblici, Mauro Alessandri. Ringraziato anche dal sindaco di Subiaco, Francesco Pelliccia: “Ringraziamo la Regione Lazio, attraverso l’Assessore Alessandri e Astral, per aver dato riscontro positivo alle nostre sollecitazioni per la messa in sicurezza del territorio”.

DA SUBIACO AD AFFILE –
L’intervento, annunciato nel maggio del 2014 dalla Regione, consiste nel “Consolidamento del piano tra i comuni di Subiaco ed Affile. L’intervento è finalizzato alla riduzione dello stato di pericolo attraverso il consolidamento della scarpata realizzato con una paratia di pali in cls e da un cordolo di coronamento ed il rifacimento della pavimentazione stradale. Verrà installata sul cordolo una nuova barriera del tipi H2/bordo ponte. L’importo, stimato, per l’intervento ammonta a complessivi € 400.000”.

ARCINAZZO –
Al chilometro 25 della Sublacense dopo l’alluvione dell’ottobre 2015 una corsia è ancora fuori uso. Lo scorso anno, rispondendo ad una lettera di protesta del capogruppo della minoranza di Arcinazzo, Luca Marocchi, l’Astral aveva scritto che “non appena sarà acquisito il parere di competenza dell’area direzione generale territorio per l’autorizzazione paesaggistica, provvederemo celermente ad avviare le operazioni di gara e successivamente i lavori”. Marocchi, insieme ai colleghi Antonio De Santis e Stefano Toriani, ora hanno inviato anche una diffida alla sindaca della Città Metropolitana, Virginia Raggi, per la strada provinciale 3A.