Cerca
Close this search box.

Giorno in Procura (Giugno)

07/06/2018 TORRE GAIA: 20ENNE ARRESTATO CON COLTELLI E DROGA: Un romano di 20 anni, M.E., è stato arrestato dagli agenti del commissariato Casilino. Nell’abitazione del giovane, in via Quaglia, a Torre Gaia, durante un’attività finalizzata alla al contrasto dello spaccio di stupefacenti, sono state rinvenute cocaina e hashish per un peso di 6.45 grammi e 6,60 grammi nonché materiale per il confezionamento delle dosi, appunti contabili e la somma di 940 euro in banconote di piccolo taglio. Sequestrati anche due coltelli a serramanico.

 

29/05/2018 – TORRE MAURA: 38ENNE ARRESTATO PER INCENDIO A 8 CASSONETTI – Romano, 38 anni, identificato dai carabinieri quale autore dell’incendio di 8 cassonetti appiccati in soli due giorni tra i quartieri Alessandrino e Torre Maura. «L’ho fatto per divertirmi…» ha detto ai militari della Stazione Roma Alessandrina. L’uomo è conosciuto nel quartiere per essere una persona disagiata. L’ultimo episodio lo ha definitivamente incastrato: l’uomo, intorno alle 9 dello scorso 27 maggio, ha dato fuoco ad alcuni pezzi di cartone gettandoli all’interno di 3 cassonetti dell’immondizia posizionati in via delle Rondini che in breve tempo sono stati avvolti dalle fiamme.

Alcune persone hanno assistito alla scena ed hanno immediatamente allertato il 112: le pattuglie dei Carabinieri della Stazione Roma Alessandrina si sono messe alla ricerca del piromane per dare riscontro alle dichiarazioni fornite dai numerosi testimoni. Dopo pochi minuti, è stato individuato mentre si aggirava in una strada vicina. Dai successivi accertamenti, suffragati da altre preziose testimonianze, è emerso che il 38enne sarebbe l’autore dell’incendio di altri 5 contenitori per rifiuti, dati alle fiamme la notte del 22 maggio scorso tra via dell’Aquila Reale e via dei Colombi. Nei confronti del piromane, è scattata la denuncia a piede libero per danneggiamento a seguito di incendio, in attesa delle decisioni dell’Autorità Giudiziaria.

 

27/05/2018 ROCCA CENCIA: FUCILATE IN UN AGGUATO CONTRO 2 GIOVANI – Spari in strada a Rocca Cencia, in un agguato a fucilate a due giovani che si trovavano in auto sabato pomeriggio in via Arzachena. Un ragazzo di 26 anni con precedenti di polizia è stato ferito da un proiettile a una gamba ed è stato ricoverato in osservazione al Policlinico Casilino. Illeso l’amico di 18 anni che si trovava accanto a lui.

 

26/05/2018 TOR BELLA MONACA: “BLITZ PER RIMUOVERE I MURALES DEDICATI AL BOSS” – Oltre 150 uomini delle forze dell’ordine, nel cuore della notte, a Tor Bella Monaca, sono intervenuti per far rimuovere due murali della mala dedicati a due boss. Uno era in via Quaglia in omaggio a Serafino Cordaro, ritenuto esponente di un clan e ucciso nel 2013 fuori dal suo bar, e l’altro in memoria di Antonio Moccia, morto a 20 anni in un incidente stradale e figlio di Vincenzo, considerato esponente della malavita di Afragola. Alle operazioni di rimozione ha assistito personalmente il sindaco Virginia Raggi, che ha commentato: “Offendevano i romani onesti, erano stati disegnati per ‘segnare’ il territorio, per sfidare le istituzioni e i cittadini”. In particolare, il graffito dedicato a Serafino Cordaro, con il suo volto e la scritta: “Sei il nostro angelo”, era finito di recente in un video-denuncia de Le Iene. Ma i parenti di Cordaro non ci stanno e promettono: “Lo rifaremo”.

 

 

30/05/2018 TORRE ANGELA: MANDA IN FRANTUMI I VETRI DEL BUS, FERITO 16ENNE – Paura a bordo di un autobus della linea 053. Il bus viaggiava in via di Torrenova, a Torre Angela, quando un uomo, a bordo del mezzo, presumibilmente italiano e in evidente stato di agitazione ha iniziato a dare in escandescenza e quindi a colpire una paratia in vetro accanto alle porte, mandandola in frantumi. Le schegge hanno investito una 16enne romano che viaggiava sul mezzo insieme alla madre. Il ragazzo è stato lievemente ferito ed è stato medicato dal 118 sul posto. I Carabinieri della stazione di Tor Bella Monaca allertati dall’autista, sono intervenuti e hanno raccolto le testimonianze dei passeggeri. Indagini sono in corso per risalire all’identità dell’uomo e tentare di rintracciarlo visto che poco dopo l’accaduto si è allontanato facendo perdere le sue tracce.

 

25/05/2018 – ROMANINA, IL RIESAME RESPINGE LA SCARCERAZIONE DEI CASAMONICA – E’ stata respinta dal tribunale del Riesame di Roma la richiesta di scarcerazione avanzata dai difensori dei quattro autori del raid compiuto in un bar del quartiere Romanina la domenica di Pasqua. Restano, quindi, in carcere Antonio Casamonica, Alfredo e Vincenzo Di Silvio mentre i giudici della Libertà hanno ribadito la misura cautelare degli arresti domiciliari per Enrico Di Silvio, 70 anni nonno di Alfredo e Vincenzo. Nei confronti dei quattro il pm Giovanni Musarò contesta i reati di violenza privata, danneggiamento e lesioni personali con l’aggravante del metodo mafioso.

 

L'Aniene

L'Aniene

Periodico d'informazione della Valle dell'Aniene