Home Sanità “Una S-Scan per l’ospedale di Subiaco Elisuperficie, c’è il progetto esecutivo”

“Una S-Scan per l’ospedale di Subiaco Elisuperficie, c’è il progetto esecutivo”

46
0
dav

“E’ stato riattivato il Radiocomandato presso l’ospedale di Subiaco”, annuncia l’Asl Roma 5 insieme all’acquisto di una “S-Scan”, un’apparecchiatura in grado di studiare i distretti articolari: arti, spalla e colonna. Ma a Subiaco, dove l’ospedale è a ridosso dell’unica stazione sciistica della provincia romana (Monte Livata), l’ambulatorio ortopedico è aperto solo il lunedì e agli sciatori del week-end più sfortunati tocca, dunque, farsi 45 chilometri fino alla sala gessi dell’ospedale di Tivoli in ambulanza (e anche le navette sono in funzione solo fino alle ore 16: l’Asl da 3 anni ha tagliato l’orario dell’appalto). Anche l’elisuperficie, che secondo il Decreto Zingaretti andava “attivata entro il 31/12/2015”, ancora non decolla: nel novembre scorso la Regione ha annunciato che le “procedure sono al via”, ma portano un ritardo di ben 27 mesi. Ora l’Asl “conferma la necessità assoluta di riprendere e accelerare i percorsi per l’implementazione della risposta alle emergenze con un adeguamento del Pronto Soccorso dell’ospedale di Subiaco e con la realizzazione di una elisuperficie, al fine di consentire una prima risposta adeguata ed un celere trasferimento verso altre strutture. Presentato in Regione il progetto esecutivo per l’elisoccorso. Sono soddisfatto – commenta il commissario Straordinario, Giuseppe Quintavalle – si continua a lavorare ad un percorso di riorganizzazione che porterà anche ad un nuovo Atto Aziendale. L’obiettivo è quello del miglioramento dei servizi sanitari rispettando le peculiarità dei territori e le vocazioni degli ospedali”.

IL VERTICE – Il 5 marzo scorso i 3 direttori dell’Asl hanno fatto un sopralluogo all’ospedale incontrando il sindaco di Subiaco, Francesco Pelliccia. “Nel corso della visita, all’interno della struttura ospedaliera, il commissario Quintavalle ha voluto prendere visione personalmente di tutti i locali e appurarne le funzionalità. Incontrato anche il personale e verificato l’arrivo di attrezzature previste. Rinnovate le intenzioni di proseguire con i lavori di recupero dell’Ospedale, il sindaco ha ribadito alcune istanze particolarmente sentite da utenti e dipendenti: confermata consegna progetto esecutivo in Regione per Elisuperficie e rinnovo Pronto Soccorso con richiesta Sala Rossa; richiesta l’estensione dell’orario di navetta (ambulanza 24h); chiesto rafforzamento attività chirurgica e valutate ipotesi per strutturare attività day surgery e week surgery; valutati rafforzamenti per la strumentazione diagnostica e per la radiologia; richiesto rafforzamento personale, servizio Tmsree e attività ambulatoriale (ortopedia, ginecologia, fisiatria, neurologia..); richiesti e valutati miglioramenti strutturali degli spazi comuni”. Per il sindaco “l’incontro è stato molto positivo. Valuteremo e saremo attenti e vigili sulle istanze rappresentate perché il rilancio del presidio è obiettivo primario”.