Cerca
Close this search box.

Torre Maura, la Regione accredita l’“Hospice” Apre il Centro Residenziale per cure palliative

La Regione Lazio il 15 gennaio ha accreditato il nuovo “Centro Residenziale per cure palliative-Hospice” della società Medica Group Srl a Torre Maura. Con il decreto U00012, infatti, la Regione ha deciso di “rilasciare l’accreditamento istituzionale provvisorio al Centro Residenziale per cure palliative- Hospice gestito dalla società Medica Group Srl sito in via Federico Calabresi, 27, Roma per 24 posti letto di Hospice e 96 trattamenti domiciliari”. L’istanza della società è stata “acquisita alla Regione Lazio il 18/07/2017 con la quale il rappresentante legale della società ha chiesto il rilascio dell’accreditamento istituzionale” per 30 posti letto, oltre ad altri “60 di Lungodegenza-post acuzie”. Tre settimane dopo, il 3 agosto scorso, la Regione ha “chiesto alla competente area di effettuare la verifica di compatibilità rispetto al fabbisogno di assistenza per l’accreditamento”. E, il 13 dicembre scorso, è stato “espresso parere favorevole all’istanza di accreditamento per 24 posti letto anziché i richiesti 30 posti letto di Hospice”. Una richiesta, dunque, accolta per i quattro quinti per un verso e bocciata per l’altro, quello riguardante la Lungodegenza-post acuzie. Perché a fine ottobre “la competente area regionale programmazione della rete ospedaliera ha comunicato che in materia di posti di lungodegenza-post acuzie il fabbisogno di assistenza è completamente coperto”. Ora toccherà all’Asl Roma 2, “trascorsi sei mesi dal rilascio del presente provvedimento ed entro i successivi 90 giorni”, dover “effettuare la verifica della permanenza dei requisiti di accreditamento nonché del volume di attività svolti e della qualità dei risultati” che raggiungerà la società guidata da Riccardo Starace, nipote del più noto Francesco, alla guida di Enel. A parte l’accreditamento, che riguarda la parte convenzionata con la Regione, Il presidio è stato in ogni caso autorizzato all’apertura per 30 posti letto di Hospice e 60 in Post Acuzie Lungodegenza. La nuova struttura fornirà servizi assistenziali in post acuzie ai pazienti nelle fasi di fine vita e darà supporto ai degenti dimessi dai Policlinici Casilino e Tor Vergata, oltre agli Ospedali Pertini e dei Castelli. Il dottor Giuseppe Casale, medaglia d’oro al Merito della Sanità Pubblica 1998, e membro fondatore dell’Associazione Antea, sarà direttore sanitario del nuovo presidio che, stando almeno agli annunci, dovrebbe creare più di 130 nuovi posti di lavoro.

L'Aniene

L'Aniene

Periodico d'informazione della Valle dell'Aniene