Home Valle dell'Aniene Cotral, affidata la progettazione del nuovo Deposito di Subiaco: costerà quasi 5...

Cotral, affidata la progettazione del nuovo Deposito di Subiaco: costerà quasi 5 milioni

23
0

“Sorgerà in Contrada Nocchitella, a ridosso della Sr 411 Sublacense”

Il 4 giugno sono scaduti i termini per la Procedura Aperta, mediante richiesta di offerta in busta chiusa digitale (da aggiudicarsi mediante il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa), per “l’affidamento dell’incarico per la progettazione definitiva ed esecutiva, coordinamento della sicurezza in fase di progettazione per il nuovo impianto di Subiaco”. Ossia un “Nuovo Deposito per n. 40 autobus con officina, arco di lavaggio e distributore”. Un progetto complessivo da “4 milioni e 747 mila euro” in Contrada Nocchitella (all’altezza del Km 12,300: per l’acquisizione dell’area Cotral spenderà 150 mila euro): “La creazione di un nuovo impianto è dettata dall’esigenza di spostarci dal centro della città di Subiaco, cosicché acquisendo maggiore spazio per posizionare più autobus, si possa aumentare anche il parcheggio dipendenti e costruire un nuovo edificio per uffici ed uno per officina- spiega Cotral- L’area oggetto d’intervento è situata fuori del centro abitato del Comune di Subiaco, accessibile dalla S.R. 411 Sublacense. Allo stato attuale i terreni si presentano incolti, con vegetazione infestante e piccoli arbusti all’interno; risultano altresì essere sgomberi da manufatti e cose. E’ presente solo una recinzione in rete metallica e con paletti parte in legno parte in ferro. La quota del piano campagna attuale è sita a circa +1,50 m dalla quota carrabile della S.R. 411. Il nuovo deposito occuperà l’intera area di 10277 m², l’accesso all’impianto avverrà su uno slargo preesistente da cui ci si immette per la Contrada Nocchitella”. E sono previste “le seguenti aree funzionali: Piazzale di sosta per n. 40 bus e spazi di movimentazione; Parcheggio a servizio degli addetti, n.46 posti, con entrata secondaria; Un fabbricato uso Uffici di 2 piani, h 7,10 m per un totale di ≈ 300 m²; Un fabbricato uso Officina di un piano h 7,50 m con n.2 stalli ed un lavaggio sottocassa; Arco di lavaggio con annesso impianto di depurazione e Distributore di carburante a doppia colonnina”.

L’ATTUALE DEPOSITO – L’impianto sublacense attuale è in Corso Cesare Battisti n.166, in regime di locazione (“canone annuale 95.247 euro”, quello di Castel Madama, invece, è di “327.207”). Nel corso degli anni per effetto della urbanizzazione dei terreni limitrofi si sono generate problematiche di natura acustica ed ambientale con i confinati all’area. Pertanto è scaturita la necessità di una diversa collocazione definitiva del sito aziendale che, nell’obiettivo di una migliore patrimonializzazione dei siti produttivi, sia rispettosa dei nuovi canoni edilizi insediativi con minore impatto ambientale”, scrive l’azienda regionale del trasporto extraurbano. La quale aveva annunciato “il bando per il nuovo deposito di Cotral di Subiaco” il 26 ottobre 2018. Allora la presidente dell’azienda, Amelia Colaceci, annunciò anche la realizzazione del “restyling del capolinea che sarà dotato di sistemi di infomobilità e di sala d’attesa”. Il restyling del capolinea è stato completato quasi un anno dopo quell’annuncio, il 28 settembre scorso, però i “sistemi di infomobilità e di sala d’attesa” promessi per il capolinea sublacense ancora non arrivano.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here