Home Roma Ponte di Nona, riaperta la scuola di Via Conti 11 mesi dopo...

Ponte di Nona, riaperta la scuola di Via Conti 11 mesi dopo l’incendio che l’aveva distrutta

82
0

Quasi un anno dopo l’incendio doloso che l’ha devastata il 19 ottobre scorso, è stata riaperta la scuola dell’infanzia di via Luciano Conti, a Ponte di Nona. E’ finito, dunque, l’esilio dei 50 bambini nel polo 0-6 di via Montagano, insieme ai disagi dei genitori. In realtà la scuola “è stata riaperta perché questa struttura l’abbiamo inaugurata già lo scorso anno ma poche settimane dopo la sua apertura è stata vandalizzata ed incendiata- racconta la sindaca, Virginia Raggi- Non ci siamo lasciati intimidire e, grazie a un percorso sviluppato insieme alla comunità locale, abbiamo restituito la scuola al quartiere. Lo scorso anno trasferimmo i 50 piccoli iscritti in parte nella scuola dell’infanzia sottostante e in parte in un altro istituto. Così i cittadini non si sono sentiti abbandonati. Grazie a una variazione di bilancio abbiamo messo a disposizione 217mila euro per garantire i lavori di rifacimento e la ripresa delle attività scolastiche. Abbiamo iniziato durante il periodo estivo e, approfittando della necessità di ripristino della struttura, abbiamo anche realizzato le opere necessarie alla creazione delle 5 aule che erano nel programma iniziale. Proseguiamo ad aumentare l’offerta di posti in un’area storicamente carente di strutture. E i numeri lo dimostrano. Per le scuole dell’infanzia del Municipio VI, nell’anno scolastico 2017-18, i posti messi a bando erano stati 570 e la lista d’attesa iniziale pari a 1039 unità. L’inversione di tendenza è stata netta. Per il 2018–19 si registrano 589 posti messi a bando e una lista d’attesa iniziale pari a 991”.

I PROBLEMI –
Ma, come spiega il presidente del Municipio VI, Roberto Romanella, “al momento ancora non sono state ripristinate né la lavanderia, né la cucina, ed i bambini dovranno usufruire del servizio trasportato di ristorazione. Siamo in attesa della verifica dello stato dei macchinari e della stima dei costi da sostenere per il ripristino degli stessi. Per queste operazioni, compresa la pulizia dei locali si è offerto di contribuire economicamente l’IPAB Asilo di Savoia e, una volta stimati i costi, potremo procedere allo stanziamento dei fondi necessari per la riparazione o sostituzione degli stessi. Dobbiamo anche ringraziare- conclude il mini-sindaco- l’impresa sociale “Con i Bambini” che ci ha donato parte degli arredi per rendere di nuovo immediatamente fruibili i locali. Abbiamo così completato il programma per l’ampliamento dell’offerta educativa dell’area di Ponte di Nona, almeno sul piano strutturale, in attesa, nei prossimi anni, di soddisfare le necessità di spazi della scuola primaria programmando, come detto, il trasferimento delle tre sezioni di scuola dell’infanzia dal piano inferiore al piano superiore ristrutturato, necessità che si manifesterà probabilmente dal 20120-21. Finché tale necessità non si concretizzerà potremo utilizzare le aule in più create e disponibili al piano superiore sin da subito per due nuove sezioni, portando l’incremento sulla scuola dell’infanzia, dal 2016-17 al 2018-19 a +150 bambini.

Questa ulteriore operazione potremo realizzarla solo una volta verificati gli aspetti legati alla disponibilità di personale e di risorse, che il Dipartimento Politiche Educative e Scolastiche potrà metterci a disposizione”.