Home Roma Compravendite, in testa Casilina-Prenestina “Le quotazioni più basse ad Est fuori Gra”

Compravendite, in testa Casilina-Prenestina “Le quotazioni più basse ad Est fuori Gra”

51
0

Il mercato immobiliare residenziale della città di Roma conferma il trend positivo, anche se in rallentamento: “la variazione percentuale di aumento di compravendite nel 2017 rispetto al 2016, è pari a 3,0%”, quantifica il Rapporto dell’Agenzia delle Entrate. Delle 22 macroaree di Roma in 12 si registra un aumento delle compravendite, in 9 una diminuzione ed una è rimasta stabile.

Il maggior numero di scambi di unità immobiliari prodotte nel 2017 si registra nelle aree: Casilina-Prenestina (2.671), Fuori GRA EST (2.521), Salaria (2515) e Asse Colombo (2.393). La macroarea Casilina-Prenestina rappresenta in questo semestre l’8,60% delle transazioni movimentate nel mercato romano, mentre la minor fetta di mercato appartiene alla macroarea Fuori GRA Sud, che realizza solo l’1,00% di compravendite comunali. “Contrariamente alle compravendite l’andamento delle quotazioni nel 2017, rispetto al 2016, presenta una generalizzata flessione con il dato comunale di -2,79%, determinato soprattutto dall’andamento negativo economico-finanziario del mercato immobiliare nonché dal difficile accesso ai crediti bancari”. La quotazione più elevata si registra nella macroarea Centro Storico (5.931 €/m2) che indica un differenziale pari a 1,98 volte la media comunale. Seguono le macroaree Semicentrale Parioli – Flaminio (5.277 €/m2), Semicentrale Prati – Trionfale (4.206 €/m2) e Semicentrale Salaria – Trieste – Nomentano (4.186 €/m2) che rappresentano le aree più prestigiose della città. In ambito comunale le macroaree con le quotazioni medie più basse si collocano nelle zone fuori il GRA, particolarmente nelle aree: Est con 1.978 €/m2, Sud con 2.059 €/m2 e Nord con 2.144 €/m2. Tra queste la macroarea Fuori GRA EST è però quella, come evidenziato in precedenza, che richiama il maggior interesse del mercato. Nel dettaglio delle singole zone, il maggior numero di compravendite si è realizzato nelle aree: Ostia (903), Cinecittà Don Bosco (637) e Centocelle (583). Le zone che si distinguono per un’ottima dinamicità di mercato sono soprattutto quelle interessate negli ultimi anni da nuove edificazioni, in particolare Mezzocammino (6,67%), Torrino Sud (5,95%), Decima (5,37%), Casal Boccone (5,04%) e Torresina Monte del Marmo (4,42%). Le quotazioni medie più elevate si raggiungono nelle zone interne alla prestigiosa e ricercata macroarea Centro Storico: Tridente, che comprende i rioni Campo Marzio, Colonna, Pigna e Trevi (7.775 €/m2 pari a 2,59 volte la media comunale), Corso Vittorio, che comprende i rioni Ponte, Parione, Regola e Sant’Eustachio (7.725 €/m2 pari a 2,58 volte la media comunale), e Sant’Angelo Campitelli (7.675 €/m2 pari a 2,56 volte la media comunale). La minima quotazione media di compravendita si riscontra nella zona Tragliatella pari a 1.329 €/m2. A Roma la percentuale più elevata di acquirenti si concentra nella fascia di età compresa tra 35 e 44 anni, molto probabilmente, a causa anche dei prezzi medi delle case più elevati. Nella capitale si evidenzia anche una distribuzione per fasce di età uniforme: osservando le singole macroaree di Roma si nota che la percentuale di acquirenti tra 35 e 44 anni prevale sempre ad eccezione delle macroaree del Centro e di Policlinico-Pietralata.