Home Edizioni PEDAGGI A24 “CARATI” 15 Gennaio 2018

PEDAGGI A24 “CARATI” 15 Gennaio 2018

15
0
Su L’Aniene in edicola: Le tariffe “di montagna” la concessionaria ci guadagna: a parità di km e altitudine nel Lazio si paga il 63,3% in più rispetto ai caselli dell’A1. Perché il Ministero applica la maggiorazione montana anche sugli 11km del tratto urbano romano. La Regione annuncia sconti (già in vigore da 5 anni), però non ricorre al Tar…

 

I principali servizi e inchieste che potete trovare nel numero 1 del L’Aniene in edicola dal 15 Gennaio 2018

 

IN COPERTINA

L’A24 “carati”: il pedaggio a peso d’oro è aumentato del 227% in 15 anni di rincari

Ormai l’hanno ribattezzata l’A24 carati perché il pedaggio a peso d’oro della Roma-L’Aquila ha fatto complessivamente aumentare le tariffe del 227% in 15 anni di privatizzazione dell’autostrada, che ora arriva a costare fino a 12 centesimi al chilometro dopo l’ultimo rincaro scattato a capodanno (+12,89%). Prosegue la protesta di sindaci, sindacati, autotrasportatori e associazioni, con la petizione online che chiede di “revocare la concessione  al gestore e rinegoziare termini nuovi e più convenienti per i cittadini” che ha superato le 100mila firme.

(Segue in edicola nel numero di Gennaio)

E con la tariffa di montagna l’A24 ci guadagna: stessa altitudine, però si paga il 63,3% in più rispetto all’A1

Con la “tariffa di montagna” l’automobilista dell’A24 non ci guadagna: paga il 63,3% in più di pedaggio rispetto a chi transita sull’A1. A parità di chilometri, infatti, chi imbocca la Roma-L’Aquila sborsa quasi i due terzi in più al casello rispetto agli automobilisti che si servono della Milano-Napoli. Nella stessa provincia, quella romana, e per lo stesso tragitto di 41 km, c’è dunque chi paga 3 euro e chi ne spende quasi 5 (4,90 per la precisione). Questa la notevole differenza tariffaria nonostante la pressoché identica altitudine fra i rispettivi caselli della A1 e dell’A24. Chi parte da Guidonia Montecelio (105 metri sul livello del mare) e raggiunge lo svincolo di Ponzano Romano- Monte Soratte (205 metri) paga infatti 7,3 centesimi al chilometro secondo le tariffe praticate dall’A1. Mentre chi imbocca il casello di Vicovaro (300 metri) sull’A24 e raggiunge la barriera di Roma Est (20 metri), dopo l’ultimo rincaro di capodanno del 12,89% deve pagare 11,95 centesimi al km: “dettagli: pianura 0%, montagna 41 km 100%” riepiloga il calcolo quantificato dal sito della società concessionaria, la Strada dei Parchi Spa.

(Segue in edicola nel numero di Gennaio)

OSPEDALI

Tivoli e Subiaco lavoratori e utenti sotto la sede dell’Asl: “basta carenze”

(Segue in edicola pagina 8 nel numero di Gennaio)

LA SORGENTE

Pertuso, Regione non lascia ma raddoppia: “sino a giugno proroga dei prelievi Acea”

(Segue in edicola a pagina 10 nel numero di Gennaio)

ROMANIENE

“Emergenza fino a marzo” per Rocca Cencia: carichi di 400 tonnellate al giorno da 55 Comuni

(Segue in edicola a pagina 26 nel numero di Gennaio)